Sintesi delle principali caratteristiche della Cambogia

| Call :

+ 84 4 3747 3482

Trip Finder

Fast Enquiry




Enter the result you see above:

GEOGRAFIA & POSIZIONE

La Cambogia si trova nella parte meridionale della penisola indocinese. Confina ad ovest e a nord con la Thailandia (800 km), ad est con il Vietnam (1.200 km), nord-est con il Laos (541 km) ed ha inoltre 443 km di costa sul golfo del Siam. Il territorio è in buona parte pianeggiante, circa il 75% del territorio si trova a meno di 100 m s.l.m., e presenta catene montuose relativamente basse. Quasi tutti i corsi d'acqua fanno parte del bacino idrografico del Mekong (510 Km il tratto cambogiano, totale 4.350 Km), di gran lunga il fiume più importante del Paese. In Cambogia si trova il più ampio lago dell'Indocina, il Tonlé Sap, fondamentale per regolare le acque del Mekong, visto che nella stagione delle piogge aumenta la superficie da 2.700 Km² a ben 10.360 Km², allagando un'area che arriva fino alla periferia della capitale Phnom Penh.  Il clima è di tipo monsonico tropicale e presenta quindi una stagione più umida fra Maggio ed Ottobre ed un'altra con precipitazioni minori, non ci sono grandi differenze di temperature fra estate ed inverno, anche se nelle zone più interne ed elevate fa solitamente più fresco.

 

Le città principali del paese sono: la capitale Phnom Penh, di gran lunga la più popolosa con 1,501,725 abitanti; Battambang (196.709 ab.); e la meta turistica in assoluto più visitata del paese, Siem Reap (189.292 ab.).

 

POPOLAZIONE & CULTURA

La Cambogia ha una popolazione stimata di circa 15.205.539 abitanti, il 50% dei quali di età inferiore a 22 anni. ll 90% della popolazione è di etnia khmer; le altre etnie minori sono Vietnamiti (5% della popolazione) e Cinesi (1%) più altre etnie tra cui le piccole tribù delle colline, i Lao e i Chăm (questi ultimi concentrati soprattutto nelle città e villaggi rurali e di pescatori situati sulle rive del Mekong o del Tonle Sap e nella provincia di Kampot) che compongono il restante 4% della popolazione.


La cultura cambogiana può essere vista come un misto di induismo e buddismo, e riflette la ricchezza della storia e della tradizione di questa terra e del suo popolo. La Cambogia, infatti, ha una cultura molto complessa a causa dalla sua lunga e travagliata storia e dalle tante influenze dei paesi vicini, primo tra tutti l'India. Nel corso della sua lunga storia, infatti, le religioni dominanti hanno avuto una forte influenza su tutti gli aspetti della vita, sia dal punto di vista fisico che spirituale. Dallo splendore architettonico dei famosi templi di Angkor alle case, le scuole, e danze tradizionali, la forte "presenza" della religione è sempre percepibile.

 

STORIA

La storia della Cambogia negli ultimi due secoli è segnata irrimediabilmente da continue guerre ed atrocità. Dal 1864 ebbe inizio il dominio francese, che durò circa 90 anni e che ha segnato, come per gli altri paesi dell'Indocina, lo sviluppo e la vita del Paese. Soltanto nel 1953 la Cambogia riuscì a sconfiggere i francesi e proclamare la propria indipendenza, grazie al giovane principe Sihanouk, fatto eleggere dai francesi, confidenti di poterlo controllare facilmente. Sihanouk dominò la scena politica cambogiana per circa 20 anni. Sihanouk venne in seguito spodestato ed esiliato in Cina, dove fondò il movimento rivoluzionario degli Khmer Rossi. Durante la Guerra del Vietnam, Sihanouk decise di schierarsi con il Vietnam del Nord, diventandone alleato. Questo portò a pesanti bombardamenti da parte di USA e Vietnam del Sud sul territorio cambogiano, su cui vennero sganciate circa 3 milioni di tonnellate di bombe. Nel 1975 i Khmer Rossi, in questa situazione drammatica, ne approfittarono per  prendere il controllo del Paese. Nei quattro anni che seguirono 1975-1979, il Paese soffrì uno dei più atroci e violenti crimini contro l'umanità, che la storia ricordi. I Khmer Rossi, sotto la guida di Pol Pot, procedettero all'eliminazione di un numero di persone stimato tra 1,5 e 3 milioni, in quello che viene ricordato come genocidio cambogiano. Nel 1979 l'esercito Vietnamita riuscì ad entrare in Cambogia e mettere fine alla dittatura degli Khmer Rossi, imponendo il proprio potere sul Paese. L'occupazione vietnamita durò fino al 1989, ma la Cambogia ha continuato a vivere anni difficili di lotte al potere, con gli Khmer Rossi mai del tutto scomparsi dalla scena politica.

alt
Travel tips Download
Download Now
alt
Watch Our Video Tour
alt