Sintesi delle principali caratteristiche del Laos

| Call :

+ 84 4 3747 3482

Trip Finder

Fast Enquiry




Enter the result you see above:

GEOGRAFIA & POSIZIONE

Il Laos è l'unico Stato del sud-est asiatico che non ha sbocco sul mare. Confina a nord con la Cina, a est con il Vietnam, a sud con la Cambogia, a ovest con la Thailandia e a nord-ovest con il Myanmar. Il paese è attraversato per tutta la sua longitudine dal fiume Mekong, poco navigabile a causa della sua portata irregolare, che segna il confine con il Myanmar e, per lunghi tratti, quello con la Thailandia. La fertile valle del Mekong è il cuore del paese e fornisce le maggiori fonti di sostentamento. Il territorio del paese, 236.800 km² di superficie, è costituito prevalentemente da montagne e altopiani. La vetta più alta è il Phou Bia (2820 m), situato nella Provincia di Xieng-Khouang. Le foreste ricoprono poco meno del 53% della superficie. Il clima è tropicale monsonico ed è distinto in tre stagioni: quella calda e secca, in marzo e aprile, quella delle piogge da maggio a ottobre e quella fresca e secca da novembre a febbraio.


Le città principali del paese sono: la capitale Vientiane (196 731 ab.), Pakse (88.332 ab.) e Savannakhet (66.553 ab.) a sud, e la meta di gran lunga più amata e visitata dai viaggiatori, Luang Prabang (47.378 ab.)

 

POPOLAZIONE & CULTURA

Il Laos ha una popolazione di circa 6.200.894 abitanti e conta almeno 49 gruppi etnici, ognuno di loro con il proprio dialetto, il suo modo di vivere, la propria cultura e le sue tradizioni. Oltre metà della popolazione appartiene all’etnia Lao (in precedenza chiamata Lao Loum), questa è l’etnia dominante in Laos e quella che la maggior parte delle persone identificano con la cultura laotiana. La ricca cultura del Laos affonda le sue radici in una grande spiritualità, visto che la religione predominante, il buddhismo theravada, ha influenzato sia lo stile di vita che l’arte e l’architettura. Questo si può vedere nelle diverse cerimonie tipiche, quali su tutte il rituale di raccolta delle elemosina ogni mattina all’alba. In Laos si contano circa 1.400 templi, di grandi e piccole dimensioni. La maggior parte dei villaggi ha almeno un tempio. Questi templi non sono solo luoghi dove i monaci vivono e pregano, ma sono anche il centro principale per attività sociali e ricreative come assemblee di villaggio, cerimonie religiose e feste.

 

STORIA

Il Laos è un paese storicamente "in balia" degli avvenimenti e delle potenze che hanno segnato l'area dell'Indocina. Come Vietnam e Cambogia, anche il Laos è stato per anni sotto il controllo francese (circa 50 anni). Nel 1947, ancora sotto l’influenza francese, il Laos divenne una monarchia costituzionale. È in questi anni che si costituì il partito comunista di ispirazione vietnamita Pathet Lao (Paese dei Lao), fondato dal principe rosso Souphanouvong, figlio del viceré di Louangphrabang. All’inizio degli anni ’50 il Pathet Lao si schierò contro la monarchia, dando inizio a una serie di rivolte. Nel ’53 la Francia si ritirò dall’Indocina , ma solo nel ’75 il Pathet Lao prenderà il potere proclamando la nascita della Repubblica Democratica Popolare del Laos. Il re Savang Vatthana e parte della sua famiglia (la moglie e due dei suoi 5 figli) verranno imprigionati nelle miniere del nordest.

Il partito comunista instaurò norme molto severe, ma non riuscì mai a intaccare la fede buddhista. Tra gli anni ’60 e ’70 il Laos fu coinvolto nella guerra del Vietnam a causa della sua posizione strategica, attraversato da piste che i vietnamiti utilizzavano per il rifornimento di armi: il famoso sentiero di Ho Chi Min fu oggetto di bombardamenti “segreti” da parte degli Usa. In quella che è stata chiamata Guerra Segreta, combattuta tra Vietnam e USA sul territorio Laotiano, in questo paese furono sganciate ben 2 milioni di tonnellate di bombe. Dopo il crollo del blocco sovietico ebbe inizio una parziale liberalizzazione economica e politica. Dal 1992 il Paese si è aperto al turismo e nel 1994, grazie a finanziamenti australiani, è stato costruito il primo ponte sul Mekong (il Ponte dell’Amicizia) che unisce Laos e Thailandia.

alt
Travel tips Download
Download Now
alt
Watch Our Video Tour
alt