| Call :

+ 84 4 3747 3482

Trip Finder

Fast Enquiry




Enter the result you see above:

GEOGRAFIA & POSIZIONE

Il Myanmar (o Birmania) occupa parte della costa occidentale della penisola indocinese, è affacciata sul Golfo del Bengala e sul mar delle Andamane e confina a ovest con Bangladesh e India, a nord-est con la Cina e a Est con la Thailandia e con il Laos. È grande 678.500 km² ed è lo Stato più grande dell'Indocina. È grande il doppio dell'Italia. Il territorio può essere diviso in cinque parti dal punto di vista fisico: le montagne del nord, quelle dell'ovest, l'altopiano dell'est, il bacino centrale e la zona costiera. Al nord le vette sono aspre ed elevate e si innestano direttamente nell'Himalaya, di cui costituiscono l'estremo contrafforte. Nella zona occidentale invece le catene sono meno elevate. A est si estende l'altopiano di Shan, arido e incolto nella sua parte settentrionale, ricco di foreste tropicali in quella meridionale. Verso ovest l'altopiano scende a strapiombo mentre verso Sud esso si prolunga in rilievi che formano la zona costiera del Tenasserim. La zona costiera procedendo da nord verso sud presenta coste alte e frastagliate, bagnate dal golfo del Bengala; il delta dell'Irrawaddy e le pianure costiere si affacciano sul golfo di Martaban,nella parte più meridionale le coste ridivengono alte e rocciose. L'idrografia è dominata dal fiume Irrawaddy, che si estende per circa 2.200 km, e che attraversa il Paese da Nord a Sud; navigabile per circa 1450 km, sfocia con un ampio delta, di 9 diramazioni, nel golfo di Martaban. Il clima dipende dal regime monsonico sulla costa, con temperature abbastanza alte e piogge abbondanti durante la stagione estiva. Durante la stagione invernale i venti portano temperature fredde e secche, mentre d'estate portano il caldo e l'umidità. Raramente, la Birmania è attraversata dai cicloni tropicali. Nelle pianure centrali e sull'altopiano il clima è di tipo continentale, con scarse precipitazioni, a differenza delle coste.

 

Le città principali del Myanmar sono: Naypyidaw, la nuova capitale (1.000.000 ab.); Yangon o Rangoon, l'ex capitale e la città più popolosa (4.500.000 ab); Mandalay, città storica, terza del paese per abitanti (933.000 ab.); e Bagan, principale sito archeologico e meta turistica più popolare.

 

POPOLAZIONE & CULTURA

Il Myanmar ha una popolazione di 51.486.253 abitanti. La maggioranza della popolazione (circa il 69%) è di etnia Bamar, ma vi sono anche numerose minoranze etniche che sin dall'indipendenza sono state in forte contrasto con il governo centrale. La popolazione birmana è molto composita e l'integrazione dei vari gruppi etnici è di difficile attuazione.


La cultura del Myanmar è stata pesantemente influenzata dal buddhismo e dalla popolazione Mon, mentre in seconda battuta si hanno notevoli influenze anche da parte delle nazioni confinanti come l'India, la Thailandia e la Cina. In tempi recenti, la colonizzazione britannica e l'occidentalizzazione della società hanno influenzato diversi aspetti della cultura del paese, come la lingua e l'insegnamento.

 

STORIA

Dopo aver ottenuto l'indipendenza dal Regno Unito nel 1948, il Myanmar è stato governato dapprima democraticamente, poi, in seguito a un colpo di Stato nel 1962, da una dittatura militare. A partire dal 2010, il governo militare birmano ha attuato una serie di graduali riforme politiche, instaurando un governo civile, scarcerando gli oppositori politici tra cui Aung San Suu Kyi, leader della Lega Nazionale per la Democrazia, e convocando libere elezioni parlamentari, parziali nel 2012 e generali nel 2015.

alt
Travel tips Download
Download Now
alt
Watch Our Video Tour
alt